Canali d'accesso. Menu Canali d'accesso terminato.

Cerca



Sei in: Home » Cultura » Scheda cultura

TURISMO

Informazioni culturali del territorio


 
PIATTI TIPICI DI BASSIANO
 
Categoria: Beni culturali immateriali » Prodotti e piatti tipici

Località interessate

Provincia di Latina visualizza / nascondi tutte le località
Bassiano

Il prosciutto di Bassiano
È il principe dei salumi dei Monti Lepini e dell'intera provincia di Latina. È un prosciutto saporito e dolce allo stesso tempo, con un gusto intenso e profumato.
Il segreto della sua bontà dipende, dall’aromatizzazione ed essiccazione ma ciò che rende davvero unici questi prosciutti è clima (che ha il giusto grado di umidità necessario per ottenere un'equilibrata stagionatura del prodotto), l'altitudine (650 metri sul livello del mare) e le montagne che riparano il paese dallo scirocco e dai venti di tramontana. Sia nelle case che nei prosciuttifici, l'essiccazione avviene con il gioco delle finestre: vengono chiuse o aperte a seconda del clima esterno.

 

Le salsicce
Le salsicce di Bassiano hanno un profumo particolare dovuto ai semi di finocchio selvatico e alle bucce di mandarino con cui vengono condite.

 

Le coppiette
Le Coppiette, sono strisce di carne magra di maiale, salate e condite con peperoncino e semi di finocchio selvatico. Lasciate stagionare appese ad un filo, fin quando ben secche vengo messe in vendita.

 

I formaggi
La pastorizia a Bassiano è diventata ormai un'attività marginale, ma quei pochi greggi di pecore e capre forniscono il latte per preparare dell’ottimo pecorino, caprino, ricotta, e caciotte.

 

Il Tartufo
Si può raccogliere tra maggio e settembre tra gli irti pendii contornati da folti boschi di lecci e di querce ed è proprio questa natura calcarea del territorio a renderlo profumato e aromatico.
Varie sono le ricette nate e tramandate nel tempo, come le Fettuccine al Tartufo e La Polenta al Tartufo, da gustare nei tipici ristoranti locali.

 

I dolci
I dolci locali sono quelli che una volta le donne bassianesi preparavano in occasione del Natale e della Pasqua, o per una delle feste religiose (Battesimo, prima Comunione, Cresima e Matrimonio). Li andavano a cuocere nei piccoli forni disseminati all'interno del caratteristico centro storico di Bassiano, tutti gestiti da donne. Ora, li producono giornalmente i forni del paese.
I più conosciuti sono la pizza d'ova sbattute (pan di spagna), le ciammelle de magro (ciambelle con il buco, preparate con acqua, farina, zucchero ed alcuni aromi) e le bolognesi (morbide ciambelle preparate con uova, zucchero, farina ed anice).

 

La selvaggina
La caccia viene praticata da sempre nei Monti Lepini e la selvaggina è uno degli alimenti tradizionali delle popolazioni locali. E' diventata, però, un prodotto di punta dell'economia di Bassiano e del comprensorio Lepino a partire dal 1994, quando un gruppo di giovani locali ha dato vita ad una cooperativa che ha costruito un centro di allevamento lungo "la strada che da Bassiano porta a Sezze.
Oggi produce quasi 70 mila esemplari l'anno tra volatili (fagiani, starne e pernici) e lepri. Vende solo selvaggina viva, principalmente agli ambiti territoriali di caccia ed alle aziende faunistiche, ma c'è anche qualche macelleria lepina che sta iniziando a commercializzare questi prodotti e in qualche ristorante della zona è possibile mangiare piatti preparati con queste carni.

 

PIATTI TIPICI

Ogni paese conferisce ai propri piatti particolarità anche minime, ma sufficienti a renderli tipici e diversi.
Tra la Pasta, lavorata ancora seconde le tecniche di una volta, si annoverano: Lacchene, Mazzalaccardi e fettuccine. È possibile inoltre degustare un'ottima Zuppa di Fagioli, fettuccine ai funghi porcini, e tra i prodotti del territorio, castagne ed olive.
Ma come ogni buona cucina che si rispetti, sfiziose sono le prelibatezze da forno aromatizzate, come i tortoli e il delizioso pangiallo, a base di pinoli, mandorle, miele e bucce di agrumi.

 

La zuppa di fagioli
E' un piatto preparato con pane raffermo tagliato sottilmente, condito con fagioli cotti ed insaporiti con sale, abbondante olio extravergine, un po' di peperoncino e un pesto di aglio, rosmarino e finocchio selvatico.

 

Le Lacchene e fagioli
Si tratta di maltagliati preparati con acqua e farina, cotti a mo' di minestra, con l'aggiunta di fagioli insaporiti con olio, sale, aglio, pomodori e un pizzico di peperoncino.

 

La polenta con spuntature di maiale e salsicce
Il sugo con cui viene condita la polenta viene fatto cucinare per alcune ore affinché diventi davvero saporito e gustoso.

 

La polenta con baccalà
Con il baccalà, tagliato a pezzi e lasciato a mollo per un paio di giorni, cipolla, olio, sale e un po' di peperoncino viene preparato un sugo, molto ristretto, con cui si condisce la polenta, cotta, ovviamente, nel tipico recipiente di rame.

 

I mazzalaccardi
Pasta caratteristica del posto, preparata con acqua e farina. Praticamente, sono degli spaghetti, più corti e molto più grossi fatti a mano. Vengono conditi con funghi porcini e con altri funghi di bosco, o all'amatriciana, oppure con vari sughi di carne.

 

Le fettuccine ai funghi porcini
Fettuccine fatte in casa e funghi delle campagne circostanti, porcini ovuli, galletti, o prataioli, mazze di tamburo ed altre varietà. E' questa l'accoppiata vincente di un piatto fra i più prrelibati della gastronomia locale.

 

Le carni di maiale
Braciole, salsicce e pancetta fresca cotta alla brace. Sono queste le parti di maiale che vengono cotte; le restanti vengono stagionate, comprese le cotiche e la testa da cui si ricava una coppa dal sapore inconfondibile.

 

Le carni ovi-caprine
Gli abbacchi e i capretti, sono tra i migliori del comprensorio. Piatto caratteristico delle carni di capra e pecora è la loro cottura a jo callaro (grosso recipiente di alluminio o rame), insaporite poi con patate, carote, cipolla e pomodori.