Canali d'accesso. Menu Canali d'accesso terminato.

Cerca



Sei in: Home » Cultura » Scheda cultura

TURISMO

Informazioni culturali del territorio


 
GROTTA "LA ROTTACCIA" A CONFIGNI
 
Categoria: Beni culturali immateriali » Ambienti naturalistici

Località interessate

Provincia di Rieti visualizza / nascondi tutte le località
Configni

Incastonata nel versante orientale del Monte Cosce, tale cavità naturale è costaituita da calcari mesozoici. Essa con le sue concrezioni, rappresenta un esempio di carsismo, cioè di dissoluzione del calcare da parte di acque ricche di acido carbonico. Al suo interno è possibile ammirare stallattiti e stalagmiti, colonne, cortine calcitiche, alcune ancora completamente bianche. Il nome Rottaccia rimanda al termine Grottaccia, parola dispregiativa usata per designare questa cavità naturale che nascosta tra la  fitta vegetazione  incuteva timore e paura a chiunque passasse nelle vicinanze. Una leggenda vuole che in questo luogo vi erano presenze demoniache. Altre leggende parlano di tale grotta come luogo di espiazione per persone ree di qualche colpa; altre ancora parlano di tale grotta come rifugio di bande di briganti. Per i Confignani  questa grotta è molto significativa poichè molte persone vi si rifuggiarono durante la guerra. Dal 7 Aprile 1944, parte della popolazione trovò riparo in questa cavità, rimanendovi fino al 13 Giugno del 1944, giorno della definitiva liberazione del territorio sabino da parte degli alleati. E' possibile visitare la grotta internamente solo  se speleologi o se accompagnati da guide esperte, rispettando sempre le norme di sicurezza.

5967.jpg

Galleria fotografica

NB: Clicca su una fotografia per visualizzarla in dimensioni reali.