Canali d'accesso. Menu Canali d'accesso terminato.

Cerca



Sei in: Home » Cultura » Scheda cultura

TURISMO

Informazioni culturali del territorio


 
CASTELLO MASSIMO AD ARSOLI (RM)
 
Categoria: Beni culturali materiali » Castelli

Località interessate


4998.jpgIl Castello sorge sulla rocca più alta come vollero i monaci benedettini sublacensi che ne costruirono il sito originario con uso di Convento fortificato. Con la sua imponenete mole sovrasta l'intero paese. Si erge a strapiombo sulla roccia verso Arsoli, sopra il fosso Bagnatore e la strada per Cervara mentre verso nord si affaccia sul giardino e sul "campo" sicuramente a suo tempo destinato a piazza d'armi.

Il complesso si articola su tre piani, il seminterrato, al di sotto del livello del giardino pensile, con l'"ogliara", deposito dell'olio, "la caciara", il deposito dei formaggi, il forno, la cucina, le prigioni con gli attrezzi di tortura; il secondo piano "nobile" sicurametne il piu' interessante e destinato solitamente alle visite ed il terzo con diversi vani di scarso interesse se si eccettuanole stanze nelle quali soggiornò Garibaldi con i suoi ufficiali.

Nel corso dei secoli ha intrecciato le sue vicende con quelle del feudo che controllava e delle famiglie che lo possedettero. l'ultima di queste, i Massimo, attuali proprietari lo acquistarono su consiglio di San filippo Neri, confessore, consigliere e amico di Fabrizio Massimo nel 1532.
Di rilevante interese artistico gli affreschi settecenteschi di Marco Benefial, raffiguranti le nozze di Perseo e Andromeda e i paesaggi dei feudi dei Principi Massimo. Incantevoli anche i giardini all'Italiana che si possono ammirare con le visite guidate organizzate dalla Pro loco di Arsoli.

Galleria fotografica

NB: Clicca su una fotografia per visualizzarla in dimensioni reali.