Canali d'accesso. Menu Canali d'accesso terminato.

Cerca



Sei in: Home » Cultura » Scheda cultura

TURISMO

Informazioni culturali del territorio


 
IL CIMITERO POLACCO DI MONTECASSINO
 
Categoria: Beni culturali materiali » Cimiteri di Guerra della Linea Gustav

Località interessate

Provincia di Frosinone visualizza / nascondi tutte le località
Cassino

2795.jpgLungo il tragitto dei cartelloni raccontano la storia del popolo polacco. Descrivono l'eccidio compiuto in Polonia dai Russi, le devastazioni dei Tedeschi, la paura di essere svenduti ai Russi dagli Inglesi, fino alla costituzione dell'esercito polacco di liberazione e l'impegno sui diversi fronti, compreso l'ultimo, di Cassino. Oggi i tabelloni sono posti da parte perch un incendio ha bruciato gli alberi del viale che porta al cimitero.

Si entra nel sacrario dopo aver letto il lungo elenco di morti, sepolti in loco. Ce ne sono 1051 e sono tutti giovani. Un semicerchio disegnato sulla collina ospita tutte le loro tombe. Il biancore del marmo delle lapidi viene illuminato ogni tanto dai fiori che portamo i parenti che vengono ad onorare i loro cari in questo luogo triste di dolore. Intorno ad ogni croce c' annodato un rosario portato dai congiunti che hanno fatto visita e onore ai propri cari.

Al centro della piazza da cui si sale per visitare i morti, vi la tomba del generale Wladyslaw Andersen che ha guidato alla vittoria i propri soldati e che ha voluto poi fare ritorno sul luogo per essere seppellito assieme ai suoi ragazzi.

Il cimitero stato costruito tra il 1944 e il 1945 su progetto degli architetti W. Hryniewicz e J. Skolimoski. I lavori sono stati seguiti dal l'ingegnere Tadeusz Muszynski, con la supervizione dell'archietto Waclaw Hryniewicz. Esso stato costruito sulle pendici del monte "593" sul quale c' stata l'avanzata della III Divisione dei tiratori dei Carpazi . E' stato consegnato il 1 settembre del 1945.

Sopra il cimitero, sul monte "593" c' il monumento alla III Divisione dei tiratori dei Carpazi, mentre sul monte "575" San Angelo, vi il monumento dedicato alla V Divisione della Fanteria Confinante.

A Montecassino oltre ai militari dell'11 Corpo d'Armata polacco, sono deposte le salme del gen. Anders e del cappellano arcivescovo Gawlina, morti nel 1970 e l trasferiti per loro espresso desiderio.

Galleria fotografica

NB: Clicca su una fotografia per visualizzarla in dimensioni reali.