Canali d'accesso. Menu Canali d'accesso terminato.

Cerca



Sei in: Home » Cultura » Scheda cultura

TURISMO

Informazioni culturali del territorio


 
PISTA CICLABILE PALIANO-SERRONE-PIGLIO-ACUTO-FIUGGI
 
Categoria: Beni Paesaggistici, Culturali e Ambientali » Strutture di fruizione dell'ambiente

Località interessate

Provincia di Frosinone visualizza / nascondi tutte le località
Acuto, Fiuggi, Paliano, Piglio, Serrone

9245.jpgLa Pista Ciclabile inter-urbana è un percorso inserito in aree verdi e in cui non è consentito l'accesso ai veicoli a motore. Questo tipo di pista ciclabile ha un uso prevalentemente ricreativo ed è condivisa tra ciclisti e pedoni.

Il percorso è stato realizzato sulla traccia dell'antica ferrovia ed offre una splendida vista sulla Valle del Sacco. La pista ciclabile corre per 35 Km e unisce i borghi medievali di Paliano, Serrone, Piglio, Acuto e Fiuggi.
Gli amanti delle escursioni  possono vivere un'esperienza unica attraversando boschi di lecci e costeggiando vigneti e uliveti secolari.
Un percorso adatto a tutte le età frequentato nei week-end da ciclisti, maratoneti e famiglie che colgono l'occasione per passare insieme una giornata all'insegna della natura e dello sport.

PERCORSO

PALIANO - SERRONE - km 5. Tratto bellissimo tutto in salita. Il primo km corre lungo la Prenestina, dopo l'incrocio con la strada che sale a Olevano e Bellegra, la pista si allontana dalla strada e segue un suo percorso che aggira un monte, sempre in salita. Si prosegue finche’ si giunge ad incrociare un'altra strada che sale a Roiate. Si prosegue fino a giungere alla ex stazione di Serrone che ha un ottimo restauro.

SERRONE - PIGLIO - km 3,5. Falsopiano in leggera salita. Comodo parcheggio in cui lasciare la macchina. Si segue la via Prenestina, si passa sopra un pavimento in cemento e guardando bene si scopre che è il tetto di una chiesina di campagna. Dopo un Km e mezzo circa, si incrocia il bivio Prenestina-strada per Piglio. Ci si discosta dalla Prenestina, si prosegue fino a giungere in pianura alla ex stazione del Piglio che ha avuto un ottimo restauro.

PIGLIO – ACUTO km 9. Tratto molto bello, va da Piglio ad Acuto. di tracciato ciclabile lontano dalle strade, non si sente rumore di macchine ne’ di altro: la pista ha tagliato la collina, ai lati di questa una campagna sassosa a tratti coltivata ad ulivi, pochi passano in bici o corrono a piedi. Immersi nella natura, si sente solo il rumore della bicicletta, a tratti vedute sulla valle del fiume Sacco, e le gole di piccoli fiumi che scendono dalla parete del monte Pila Rocca (m 1108).
Oltre ad essere il tratto più bello della pista è anche il più impegnativo. La strada è in leggera salita, tranne gli ultimi 3 chilometri in cui sale con pendenze maggiori, mai durissime. Ci si può fermare più volte in questo tratto, presso un casello ferroviario abbandonato con una bella vista retrospettiva sulla pista e sul paese di Piglio.

Note: il tratto è assolato e non ci sono fontanelle.

ACUTO - FIUGGI di Km 6,5. Giunti alla stazione di Acuto, che ha un ottimo restauro, ci aspettano km 3 in falsopiano di leggerissima salita, fino a che incrociamo la Prenestina. A questo punto si passa sulla sinistra della strada e la si costeggerà sempre fino a Fiuggi. E' importante sapere che da ora in poi la strada è tutta in discesa!
Subito si trova un punto di ristoro con panche, tavoli e carta topografica. La pista ciclabile scende veloce in un bosco fino a Fiuggi. Sempre in discesa, sempre dentro un bosco, si giunge a un km e mezzo dalle prime case del paese, qui la pista ciclabile si conclude.

IL RITORNO E' TUTTO IN DISCESA, la bicicletta vi riportera' a Serrone, solo appena usciti da Fiuggi ci sono 3 km circa di salita dura, non durissima.

Galleria fotografica

NB: Clicca su una fotografia per visualizzarla in dimensioni reali.